Controllo Fumi

Il tecnico specializzato ha l’incarico di prelevare i prodotti di combustione e misurare se i valori sono conformi a quelli indicati dalla normativa.

  • rendimento
  • concentrazione di ossido di carbonio (CO)
  • indice di fumosità

EM Service Chiama Ora

I controlli hanno cadenza diversa a seconda del tipo di caldaia e della sua potenza:

Caldaie alimentate a combustibile liquido o solido, di potenza termica compresa fra 10 e 100 kW

ogni 2 anni

Caldaie alimentate a combustibile liquido o solido, di potenza termica superiore a 100 kW

ogni anno

Caldaie alimentate a
gas, metano o gpl, di potenza termica
compresa fra 10 e 100 kW

ogni 2/4 anni

Caldaie alimentate a
gas, metano o gpl, di potenza termica
superiore a 100 kW

ogni 2 anni

Inoltre la prova e l’analisi dei fumi deve essere effettuata anche nel caso di prima accensione della caldaia, sostituzione di apparecchi del sottosistema di generazione (es. generatore di calore) e anche nel caso in cui vengano effettuati interventi che non siano quelli periodici, ma che comportino una modifica dell’efficienza energetica.

Al termine dei controlli, il manutentore, rilascia un rapporto di controllo che deve essere allegato al libretto d’impianto.

Marchi

emmeti
elco
sem
riello
fair
gruppo imar
weishaupt
robur